Info Utili: Simboli Sulle Etichette Dei Cosmetici

In questo articolo inserirò alcuni simboli che si possono trovare su confezioni, packaging e imballaggi vari dei cosmetici, con annesso il loro significato, al fine di renderne più semplice l’interpretazione.
Se avete dei suggerimenti, consigli, precisazioni, sarò felice di aggiornare l’articolo con le vostre segnalazioni 🙂

 

PREMESSA

La normativa sui cosmetici (L. 713/86 e s.m.) specifica che i prodotti o le confezioni dei prodotti, commercializzati sul territorio nazionale, devono presentare chiaramente visibili e leggibili, almeno le seguenti indicazioni:

1. funzione del prodotto;
2. ragione sociale e sede legale del produttore o dell’importatore stabilito nell’Unione Europea;
3. paese di origine, se situato fuori dell’Unione Europea;
4. lotto di fabbricazione;
5. lista degli ingredienti secondo la denominazione INCI;
6. quando richiesto dalla normativa, eventuali istruzioni, precauzioni e destinazione d’uso, utili ai fini di fruizione e sicurezza del prodotto;
7. PAO (Period After Opening), la durata del prodotto dopo l’apertura della confezione.

Imballaggi:

Gli imballaggi del prodotto cosmetico sono distinti in due tipologie:

• il contenitore primario, ovvero il recipiente (tubo, vasetto, bottiglia, ecc.) a diretto
contatto con il prodotto;
• il contenitore secondario, che rappresenta l’astuccio, la confezione di cartone, o
altro che racchiude l’imballaggio primario.
A questi poi vanno aggiunti altri dispositivi esterni (es. fascetta, cartellino, foglio istruzioni, ecc.), che possono essere allegati al prodotto cosmetico qualora non vi sia spazio sufficiente per riportare le informazioni sui contenitori.

Gli imballaggi, a loro volta, possono essere di tipo CE o diversi da quelli CE: gli imballaggi CE sono conformi alla normativa comunitaria in materia di metrologia poiché hanno superato appositi controlli relativi alla loro capacità effettiva e, pertanto, possono circolare liberamente sul mercato comunitario; questi imballaggi sono contraddistinti dal simbolo “℮” riportato vicino all’indicazione della quantità.

Gli imballaggi di tipo diverso da quelli CE, avendo capacità diverse da quelle previste a livello comunitario, non hanno subito i controlli metrologici; si identificano per l’assenza del simbolo “℮” riportato vicino all’indicazione della quantità.

-Indicazione quantità in un imballaggio CE
100 ml ℮
-Indicazione quantità in un imballaggio non CE
100 ml

 

Conformità Europea

 

Conformità Europea simbolo ce

La presenza del marchio “CE” su un prodotto fabbricato in Europa o altrove (oppure sul suo imballaggio) ne certifica la conformità ai requisiti dell’Unione europea in materia di sicurezza, salute e tutela dell’ambiente.

Per saperne di più clicca qui.

La Marcatura CE indica la “conformità europea” del prodotto, ossia indica che quest’ultimo è conforme ai requisiti di sicurezza comunitari. Non indica che è stato prodotto in Europa.
Nell’immagine qui sotto si vede a sinistra il marchio CE, ricavato da due cerchi che si sfiorano, a destra invece si vede il marchio “China Export”, ricavato da due cerchi molto più vicini.

differenza-marchio-ce

 

Simbolo Di Stima

Simboli sulle etichette dei cosmetici - la e vicino quantità

“Controllo elettronico statistico del peso per ogni lotto di produzione”.

Il simbolo di stima (e) è un simbolo che si trova spesso vicino alla quantità (es= 250ml e) sulle confezioni dei prodotti in vendita nell’Unione europea.
Esso indica che sono stati eseguiti dei controlli sul confezionamento del prodotto e indica che la quantità media del prodotto non è inferiore a quella riportata sull’etichetta.

Il Simbolo di Stima certifica che la misurazione del peso (o del volume) del prodotto è avvenuta secondo i criteri stabiliti dall’Unione europea.

Per saperne di più clicca qui.

Il Green Dot – Punto Verde

Simboli sulle etichette dei cosmetici - punto verde frecce

Il Green Dot (o Punto Verde) fa riferimento ad un sistema di riciclo degli imballaggi: indica che il produttore ha versato un contributo per il recupero e il riciclaggio degli imballaggi.
NON indica se il packaging è riciclabile, sarà o è stato riciclato, nè se contiene una percentuale di materiali riclati.
In Italia gli standard di recupero e riciclo degli imballaggi sono regolati dal CONAI (“COnsorzio NAzionale Imballaggi”).

Alcune varianti di Green Dot:

Simboli sulle etichette dei cosmetici - punto verde - frecce Simboli sulle etichette dei cosmetici - punto verde frecce Simboli sulle etichette dei cosmetici - punto verde frecce Simboli sulle etichette dei cosmetici - punto verde frecce

 

 

Mobius Loop – Il Simbolo Universale del Riciclaggio

Simboli sulle etichette dei cosmetici - riciclaggio triangolo frecce

 

Perché proprio tre frecce? Rappresentano le 3 fasi del riciclo: la raccolta differenziata in base al tipo di materiale, il riutilizzo come nuova materia prima e l’uso del nuovo oggetto ottenuto.

1) Il simbolo universale del riciclaggio indica che i materiali di cui sono costituiti gli imballaggi sono riciclabili.

2)A volte è usato con una percentuale (sita nel mezzo del simbolo stesso o comunque vicino ad esso) che sta ad indicare che l’oggetto contiene una certa quantità (tot%) di materiale riciclato.

Simboli sulle etichette dei cosmetici - riciclaggio - triangolo frecce

Alcune tipologie di Mobius Loop:

Simboli sulle etichette dei cosmetici - riciclaggio - triangolo frecce

Una variante di questo simbolo è il triangolo composto da tre frecce (senza numeri al suo interno) come quello qui in basso.

Simboli sulle etichette dei cosmetici - triangolo frecce

Quando invece all’interno di questo triangolo troviamo un numero da 1 a 7, esso identifica il materiale plastico di cui è costituito l’oggetto, facendo riferimento al “Resin Identification Code” (vedi in basso).

 

RIC – Resin Identification Coding System

Simboli sulle etichette dei cosmetici - triangolo frecce

Si tratta di un set di simboli che si possono trovare riportati sulle etichette degli imballaggi oppure impressi sui flaconi stessi. Questo set è stata sviluppato dalla Society of the Plastics Industry (SPI) nel 1988 con lo scopo di permettere la corretta separazione dei differenti materiali plastici in fase di riciclaggio e permetterne un più efficiente smaltimento.
Questi simboli contengono un numero da 1 a 7 e indicano il tipo di materiale (plastico) di cui l’imballaggio è costituito (es: PET/PETE=Polietilene tereftalato).
Qui sotto troverete due foto con i numeri e il tipo di materiale che essi indicano.

Simboli sulle etichette dei cosmetici - triangolo frecce

Simboli sulle etichette dei cosmetici - triangolo frecce

NON SOLO PLASTICA

Questo simbolo è utilizzato per indicare non solo le materie plastiche, ma anche altri tipi di materiale (carta, metalli, vetro, etc.) mediante l’utilizzo di altri numeri oppure di lettere, che si possono trovare sotto il triangolino oppure al suo interno, al posto del numero. Clicca qui per saperne di più.

Quando non viene indicato un numero all’interno del triangolo Simboli sulle etichette dei cosmetici - triangolo frecce, il simbolo è una variante del Simbolo Universale Del Riciclaggio (vedi sopra), che indica genericamente materiali riciclabili. In questo caso, sulla confezione saranno presenti altri simboli che indicano il materiale del packaging, come un cerchio o un esagono al cui interno sono riportate delle lettere.
Esempio:

Simboli sulle etichette dei cosmetici - triangolo frecce

 

Sigle più frequenti (per altri Codici di Riciclaggio clicca qui!!):

ACC: indica che il contenitore è in acciaio (banda stagnata) e può essere
messo nei contenitori per la raccolta differenziata delle lattine.
AL: indica che il contenitore è di alluminio e può essere messo nei
contenitori per la raccolta differenziata delle lattine.
CA: indica che si tratta di carta accoppiata a materiale non riciclabile e
pertanto deve essere buttata nei rifiuti misti.
PE: indica che la plastica è composta da polietilene.
PET: indica che la plastica è composta da polietilenereftalato.
PP: indica che la plastica è composta da polipropilene.
PS: indica che il contenitore è di polistirolo.
PVC: indica che la plastica è composta da polivincloruro.
VE: indica che il contenitore è di vetro.

 

Recyclable aluminium

Simboli sulle etichette dei cosmetici - alu

L’oggetto sul quale è riportato questo simbolo è fatto con alluminio riciclabile.

Rifiuti di alluminio riciclabili:
– lattine per bibite e conserve con simbolo “AL” o “alu”
– barattoli in alluminio
– bombolette spray per deodoranti, lacche, panna, private dei nebulizzatori di plastica
– fogli di alluminio da cucina e involucri da cioccolata o dolci solidi
– vaschette per alimenti
– coperchietti da yogurt e similari
– blister liberati dai contenuti
fonte


Tidyman symbol 

Simboli sulle etichette dei cosmetici - omino - cestinoSimboli sulle etichette dei cosmetici - omino cestino

Suggerisce semplicemente di non disperdere l’imballaggio nell’ambiente e di smaltirlo correttamente.
Significa: “Non disperdere nell’ambiente dopo l’uso”.

 

Durata Minima Dei Cosmetici: Data di Scadenza e PAO

La Durata Minima di un prodotto integro, ossia che non è mai stato aperto, è la sua durata nel tempo a partire dal momento in cui viene confezionato, fino al momento in cui non è più utilizzabile (non svolge più la sua funzione e/o può essere nocivo).

La normativa stabilisce che se la data di durata minima del prodotto cosmetico è inferiore ai 30 mesi, questa vada necessariamente riportata in etichetta. Si tratta della data alla quale il prodotto, opportunamente conservato, continua a soddisfare la sua funzione iniziale e rimanere sicuro. Questo periodo va indicato con la dicitura “Usare preferibilmente entro …” seguita dall’indicazione di mese e anno. Se necessario, in etichetta sono precisate anche le condizioni da rispettare per garantirla.
L’indicazione della data di durata minima non è, invece, obbligatoria per i prodotti cosmetici che hanno una durata superiore ai 30 mesi.

[…]

Nel caso in cui un prodotto cosmetico ha durata superiore ai 30 mesi e quindi non deve riportare alcuna data, la legge prevede un altro obbligo: l’indicazione, in etichetta, relativa al periodo di tempo in cui il prodotto, una volta aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore. Si tratta del cosiddetto PaO (Period after Opening) o periodo dopo l’apertura.

Se la Data Di Durata Minima (DDM) di un prodotto è inferiore a 30 mesi, sull’etichetta viene (e deve essere) indicata la Data Di Scadenza.
Se invece la Durata Minima di un prodotto è superiore a 30 mesi (e quindi non vi è obbligo di indicare la data di scadenza) in questo caso deve essere indicato il PAO (Period After Opening – Periodo Dopo l’Apertura). Esso indica che il prodotto integro ha in sè una durata superiore ai 30 mesi, ma una volta aperto vi è un periodo di tempo preciso (espresso in mesi) per utilizzarlo.

Approfondiamo:

Data Di Scadenza

Simboli sulle etichette dei cosmetici - durata minima

Si tratta della data entro la quale il prodotto, opportunamente conservato, mantiene le sue caratteristiche e rimane sicuro. In breve, indica chiaramente fino a quando il prodotto può essere utilizzato senza rischi.

La data (mese e anno) è spesso preceduta dal simbolo della clessidra che si vede qui in alto oppure dalla dicitura «Usare preferibilmente entro…»
L’indicazione della Data Di Scadenza non è obbligatoria per i prodotti cosmetici che hanno una durata minima inferiore ai 30 mesi.

PAO = Period After Opening (Periodo Dopo L’Apertura)

Simboli sulle etichette dei cosmetici - Period After Opening - pao

Il PAO è un simbolo che indica il periodo di tempo entro il quale il prodotto può essere utilizzato senza rischi. Tale periodo inizia a partire dal momento in cui la confezione viene aperta. In poche parole, esso indica che si può utilizzare il prodotto per 12 mesi (nel caso dell’immagine) dal momento in cui viene aperto.

Il PAO è indicato in tutti i Paesi dell’Unione Europea con uno stesso simbolo: un vasetto aperto seguito da una cifra (che indica il numero di mesi, in questo caso 12) e dalla lettera “M”, che sta appunto per “mesi” (anche in altre lingue).
Il simbolo è presente sia sul contenitore primario (a diretto contatto con il cosmetico) sia su quello secondario (l’imballaggio esterno), se presente.

Leggere Il Foglietto Illustrativo

 


Simboli sulle etichette dei cosmetici - pao - avvertenze - foglietto illustrativo

Questo simbolo è un invito a leggere il foglietto illustrativo.

E’ importante che sul contenitore primario o su quello secondario, vengano indicate le precauzioni d’impiego del prodotto o altre indicazioni importanti, come la funzione, l’INCI, le proprietà, etc.
Tuttavia, se queste indicazioni per qualche motivo non possono essere riportate sul contenitore, allora devono essere scritte su un foglietto illustrativo, un bugiardino o una fascetta allegata. In questo caso sul packaging troveremo il simbolo qui in alto, che appunto indica al consumatore che vi sono delle informazioni importanti da leggere.

 

Infiammabile

Simboli sulle etichette dei cosmetici - pao - infiammabile

Il simbolo che vedete in foto qui sopra è un simbolo di rischio, che indica che il prodotto è facilmente infiammabile e bisogna fare attenzione a non esporlo a fonti di calore, sole, fiamme, etc.

Il simbolo qui sotto invece, presenta la dicitura F+ e indica che il prodotto è estremamente infiammabile.

Simboli sulle etichette dei cosmetici - pao - estremamente infiammabile

 

Su internet si legge:

Su lacche, gel, spume da barba, ecc. confezionati in contenitori contenenti un gas compresso, liquefatto o disciolto sotto pressione che permette la fuoriuscita del contenuto sotto forma di schiuma, pasta, polvere o allo stato liquido, è obbligatorio apporre la seguente dicitura: “Recipiente sotto pressione. Proteggere contro i raggi solari e non esporre ad una temperatura superiore a 50°. Non perforare né bruciare neppure dopo l’uso”.
Inoltre, se il contenitore contiene componenti estremamente infiammabili o facilmente infiammabili, è necessario anche riportare le seguenti diciture: “Non vaporizzare su fiamma o su un corpo incandescente. Conservare al riparo da qualsiasi fonte di combustione.”

Irritante

simbolo x - irritante

Questo simbolo indica che il contatto immediato, prolungato o ripetuto con il prodotto può causare irritazioni alla pelle, alle mucose, alle vie respiratorie, etc.
In presenza di questo simbolo, è bene non inalare i vapori del prodotto ed evitare il contatto con la pelle.

Nocivo

simbolo x - nocivo

Questo simbolo indica che il prodotto può costituire un rischio (non mortale) per la salute: se inalato, ingerito o se assorbito tramite la pelle può causare reazioni allergiche o asmatiche.
Anche in questo caso, è bene non inalare i vapori del prodotto ed evitare il contatto con la pelle.

Per saperne di più sui simboli di pericolo, clicca qui!!!

ICEA – Istituto per la certificazione etica e ambientale

ICEA

ICEA (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale) è un consorzio che controlla e certifica le aziende che svolgono il loro lavoro e producono i loro prodotti nel rispetto dell’ambiente e della natura, ma anche dell’uomo e della sua dignità. Le certificazioni Icea fanno riferimento a diversi settori: Food (comparto agroalimentare biologico e acquacoltura biologica) e Non Food (cosmesi e detergenza bio, tessile ecologico, arredamento ecologico, turismo sostenibile, materiali per la bioedlizia, gestione sostenibile degli spazi verdi, etc.).
Inoltre ICEA svolge un’attività di ricerca per promuovere l’innovazione ecologica anche dei processi produttivi.

In ambito cosmetico, la certificazione ICEA garantisce che i prodotti siano ottenuti senza l’impiego di sostanze quali PEG, parabeni, petrolati, paraffina, SLS, SLES, siliconi, OGM, coloranti artificiali, etc.

 

“Non Testato Sugli Animali” = Stop ai test su animali. Controllato da ICEA per LAV

ICEA LAV NON TESTATO SUGLI ANIMALI

Le aziende che aderiscono allo Standard Internazionale “Stop ai test su animali” riportano sulla confezione dei propri prodotti il logo creato dalla Coalizione Europea contro la Vivisezione, ossia il coniglietto che salta fra le due stelle, visibile nella foto in alto.

Spesso, si può trovare anche la dicitura: “Stop ai test su animali” e “Controllato da ICEA per LAV”. Ciò significa che si tratta di case cosmetiche Cruelty Free, controllate da ICEA, l’Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale.

Per saperne di più e per la lista delle aziende cosmetiche italiane Cruelty-Free clicca qui!

 

Certificazione Ecocert

ecocert

ECOCERT è un’organizzazione di certificazione biologica, fondata in Francia nel 1991. Benchè situata in Europa, effettua controlli in oltre 80 paesi e ciò la rende uno dei più grandi enti di certificazione biologica in tutto il mondo. ECOCERT certifica soprattutto prodotti alimentari, ma anche cosmetici, detergenti, profumi, e prodotti tessili.

I principi fondamentali di Ecocert

Per garantire che un cosmetico sia rispettoso dell’ambiente, Ecocert richiede:

1) L’uso di ingredienti provenienti da risorse rinnovabili e lavorati con processi rispettosi dell’ambiente.
Ecocert verifica, dunque:
-L’assenza di OGM, parabeni, fenossietanolo, nanoparticelle, siliconi, PEG, profumi e coloranti sintetici, ingredienti derivati ​​dagli animali (tranne se prodotti naturalmente da essi: latte, miele…).
-La biodegradabilità o riciclabilità degli imballaggi .

2) Una soglia minima di ingredienti naturali e provenienti da agricoltura biologica per ottenere la certificazione.
In generale, per ottenere la certificazione Ecocert, è necessario che almeno il 95% del totale degli ingredienti sia naturale o di origine naturale.

Per i cosmetici biologici:
– Il 95% degli ingredienti vegetali presenti nella formula devono provenire da agricoltura biologica.
– Un minimo del 10% del totale degli ingredienti deve provenire da agricoltura biologica.
aaa

Per i cometici ecologici:
– Il 50% degli ingredienti vegetali presenti nella formula devono provenire da agricoltura biologica.
– Un minimo del 5% del totale degli ingredienti deve provenire da agricoltura biologica.
aaa 1