Come Riciclare Un Balsamo EcoBio

Ciao a tutti! ^_^
A volte può capitare di ritrovarsi fra le mani un balsamo per capelli che non soddisfa le nostre esigenze e che ci ha un po’ delusi; magari abbiamo acquistato un prodotto non adatto al nostro tipo di capello (balsamo troppo pesante o troppo leggero) oppure che non svolge bene la sua funzione (non districa, non idrata, non nutre abbastanza, etc.).
Nel post di oggi parlerò di come riciclare un balsamo ecobio, cioè dell’uso alternativo che si può fare di un balsamo che non fa al caso nostro, perchè non funziona come dovrebbe o che dobbiamo smaltire in fretta, magari perchè sta per scadere.

Per quanto mi riguarda, il problema mi si è posto con il Balsamo al Burro Di Karitè e Tea Tree Greenatural (clicca qui per saperne di più!!!) che purtroppo si è rivelato inadatto ai miei capelli super-fini, poichè non riusciva a districarli. Ebbene, quando un balsamo non mi soddisfa appieno, invece di buttarlo o di lasciarlo ad ammuffire in un angolo, lo uso come base per una maschera pre-shampoo!

riciclare un balsamo 00

Occorrente:

– Una ciotolina;
– Un balsamo ecobio che volete smaltire;
– Olio di mandorle dolci (o qualsiasi altro olio);
– Limone (opzionale);
– Cassia (opzionale).

Procedimento:

In una ciotolina relativamente piccola metto un paio di cucchiai abbondanti di balsamo. Quello che sto usando adesso, il Balsamo al Burro Di Karitè e Tea Tree Greenatural, è abbastanza denso e corposo.

riciclare un balsamo 1

 

Poi aggiungo un olio per rendere questo balsamo più districante, idratante e nutriente. Di solito utilizzo l’olio di mandorle dolci, ma voi potete usare ciò che serve maggiormente ai vostri capelli: per esempio potreste aggiungere l’olio di semi di lino e/o l’olio di ricino se avete i capelli particolarmente deboli e fragili e volete usare qualcosa che li rinforzi. Oppure potete aggiungere altri tipi di olio, in base a ciò che avete a disposizione in casa: olio di cocco, di jojoba, di avocado, di argan o anche del semplice olio di oliva!

riciclare un balsamo 2

 

Aggiungo un cucchiaino di limone, che lucida i capelli. Ma voi potete aggiungere quello che preferite per personalizzare la vostra maschera (uovo, yogurt, miele, una banana molto, MOLTO matura, etc.).

riciclare un balsamo 3

 

Se per caso avete usato un balsamo particolarmente liquido oppure se volete semplicemente dare un tocco in più alla vostra maschera, potete provare ad aggiungere un cucchiaino di Cassia: la Cassia è un’erbetta che non tinge i capelli, li rinforza e li lucida moltissimo :).

riciclare un balsamo 6

 

A questo punto, mescolo per benino… et voilà! Mascherina pronta!! 🙂

riciclare un balsamo 7

riciclare un balsamo 8
Come potete notare, aggiungendo un cucchiaino di cassia la maschera è diventata più densa, più “solida”.

Applico questo composto sui capelli inumiditi leggermente, pettino (se riesco), e lascio in posa dai 10 ai 30 minuti. A questo punto procedo con il normale shampoo, che faccio dopo aver sciacquato via la maschera con l’acqua tiepida. Concludo applicando un po’ di balsamo sulle punte (in questo periodo sto usando lo Splend’Or al Cocco).

Una volta asciutti, i miei capelli sono districati, facilmente “pettinabili” e  molto morbidi. Ho notato che, quando faccio questa maschera, i miei capelli al tatto sono davvero setosi e soffici, anche sulle punte, cosa che non mi capita praticamente mai!

TIPS

– E’ meglio utilizzare un balsamo EcoBio perchè quelli “tradizionali” sono pieni di sostanze dannose.

– Per quanto riguarda le quantità, regolatevi in base alla lunghezza dei capelli: i miei arrivano poco sotto le spalle e sono tagliati a scalare, quindi uno o due cucchiai del balsamo che sto usando vanno benissimo!

– Abbiate cura di applicare la maschera solo sulle lunghezze, non sulla cute (soprattutto se avete i capelli grassi).

– Applicate la maschera sui capelli leggermente inumiditi.

– Se volete, potete avvolgete i capelli con la pellicola trasparente: il calore che si sviluppa, aiuta a far penetrare meglio i vari agenti emollienti.

– Cercate di mantenere la consistenza della maschera abbastanza densa, per evitare che coli dappertutto! Qualora si rivelasse troppo liquida, provate ad addensarla aggiungendo della polvere di cassia: non tinge i capelli, ma li rinforza, li lucida e ravviva! 🙂
Io uso quella della Forsan, la trovo al supermercato al costo di circa 4,00€ per 100gr!

Cassia Forsan

 

Cosa ne pensate di questa maschera, credete possa andar bene? Avete qualche suggerimento da darmi per migliorarla?

A presto,

Odry :*

 


  • Foffy

    E’ un’ottima idea…solo che io sono troppo pigra per realizzarla XD

    • ahahaha 😀
      Anche io sono abbastanza pigra… infatti è una ricettina facilerrima xD